Testi e foto / Textos y fotos:
Roberta Gottardi
(Tutti i diritti riservati / Todos los derechos reservados)

giovedì 28 aprile 2011

VALLE DI CEMBRA. PAESAGGI

Esposizione
Giardini di Palazzo A Prato - Piazzo di Segonzano
30 aprile 2011 ore 13.00


Il Gruppo Fotoamatori di Segonzano, Claudio Gottardi di Cembra e l’artista Marco Arman di Lisignago espongono una selezione delle loro opere sul tema del paesaggio cembrano.
Dalle tracce della storia e dai segni macroscopici impressi dall'uomo nel paesaggio vallivo, ai dettagli più minuscoli delle forme di vita nei muri a secco dei terrazzi, alla visione dell'artista che crea, propone o reinterpreta, col suo stile inconfondibile, uno sguardo.
L’esposizione viene presentata in concomitanza con l’evento inVITI in terrazza, organizzato per celebrare l’inserimento dei vigneti terrazzati dalla Valle di Cembra nel Catalogo Nazionale dei Paesaggi Rurali Storici, curato dal prof. Mauro Agnoletti e realizzato nell’ambito di un progetto speciale del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.



Sulle tracce della nostra Storia
MOSTRA FOTOGRAFICA
Ci siamo messi in cammino “sulle tracce della nostra storia”, immersi nella natura. Abbiamo cercato scorci suggestivi della valle di Cembra, tesori artistici, segni che riportassero ad un preciso momento storico. Siamo andati alla ricerca di tracce tradizionalmente definite rilevanti. Ma alla fine ci siamo resi conto che esistono altre situazioni altrettanto suggestive e che, quindi, ogni scenario immortalato andava a comporre un mosaico più ampio, perché ognuno ci parlava chiaramente di un capitolo importante della storia e della cultura della Valle di Cembra. Si tratta di piccoli grandi tesori da scoprire ed apprezzare, di testimonianze provenienti da tutta la valle, che ci parlano in modo vivo di ciò che è stato e che ci accomunano ancora oggi in una tradizione condivisa.

GRUPPO FOTOAMATORI DI SEGONZANO
Il Gruppo nasce nel 1976 ed è attualmente formato da una ventina di soci. Molte sono state le mostre proposte dal Gruppo, sia personali che collettive, le proiezioni e videoproiezioni. Molti sono stati anche i reportage dei maggiori eventi in valle. Vanto del gruppo sono la realizzazione del libro fotografico L'Avisio in Valle di Cembra. Il corso selvaggio di un torrente in collaborazione con il Comitato Salvaguardia dell'Avisio e la sponsorizzazione dell'allora Cassa Rurale di Albiano e Alta Val di Cembra. Tre le pubblicazioni del socio Arturo Rossi, realizzate nell’ambito di varie collaborazioni: Natura che vive, Natura, amore per la vita (realizzata con il fotografo Doriano Brunel) e Fauna alpina. Incontri ed emozioni (testi di Sandro Zanghellini).

Frazione Scancio
38047 SEGONZANO (TN)



Terrazze di viti e di vita
MOSTRA FOTOGRAFICA
Lanterne. Foto: Claudio Gottardi
Qui presento una selezione di scatti che vogliono rappresentare sì le terrazze della Valle di Cembra, ma anche le forme di vita che la abitano e che spesso passano inosservate.

CLAUDIO GOTTARDI
È nato nel 1962 e vive a Cembra.
Ha sempre apprezzato e coltivato la passione per la natura e per le arti figurative. Autodidatta, con l’avvento della fotografia digitale si è avvicinato alla fotografia, prediligendo la macrofotografia, per la straordinarietà delle forme di vita esistenti, i colori e le possibilità che questa tecnica fotografica permette all'operatore.
Dalla macrofotografia spazia poi in altri campi, tra i quali il ritratto.
Con sensibilità avvicina l’osservatore alla magia dei dettagli, a raffinate gradazioni tonali, ad accostamenti cromatici sorprendenti e agli effetti cangianti della luce e dell’atmosfera.
Fra le sue ultime esposizioni: Macro al Simposio (Trento, 2010), Visioni di Natura, con Arturo Rossi (Cembra e Carbonare di Capriana, 2010), Ritratti di Natura (Faver, 2011).

Mobile: 347 7692067



Il sentiero dell’artista
ESPOSIZIONE

A Cantilaga (2004)
 olio su tela 78x65
Agli albori della modernità la Valle di Cembra ha ricevuto un dono che soltanto da pochi decenni, dopo mezzo millennio, conosce.
Gli acquerelli di Albrecht Dürer che la descrivono nella sua serena asprezza sono nati per un caso fortuito, e per una felice combinazione sono stati riconosciuti i luoghi ritratti. Una strada interrotta, evento imprevisto a causa di un allagamento ricorrente, e la necessità del pittore di proseguire verso Venezia lungo un sentiero impervio, guidano alla vista dell’artista l’inattesa Valle. Il pittore l’ha accolta e, chissà, con la stessa sorpresa di oggi, come si accetta con entusiasmo un regalo di particolare e severa bellezza. Sorprende il ricordo e la vicenda, ma più ancora il fatto di avvertire che questa storia ancora ci può riguardare. Perché il viaggio fisico da un luogo all’altro è inevitabilmente spostamento e diversità, ma soprattutto perché rimane inalterata nel tempo la necessità dell’andare. Oggi abbiamo migliorato il dato che è sembrato il più importante, la velocità! Ma lo stare è in funzione dell’oltre e l’oltre non compromette, non semplifica né affretta la pienezza del qui ed ora. Nello spirito c’è un richiamo, come un soffio leggero, che precede e prepara il luogo e il sentiero.

MARCO ARMAN
Nato nel 1954 vive e lavora in Valle di Cembra.
Espone dal 1972 e dal 2003 si dedica esclusivamente all’arte.

E-mail: marco@marcoarman.it

* * * * * *
In collaborazione con: Comune di Faver, Comune di Cembra.
Coordinamento: Roberta Gottardi

1 commento: