Testi e foto / Textos y fotos:
Roberta Gottardi
(Tutti i diritti riservati / Todos los derechos reservados)

giovedì 2 settembre 2010

TRENTO, CITTA' DEL CONCILIO

Affresco in Piazza Duomo
Capoluogo del Trentino, situato a poca distanza dal Monte Bondone, dalla Valle dei Laghi e dalle Dolomiti, Trento è una città d'arte dalla forte impronta rinascimentale nei palazzi situati nelle ampie vie di rappresentanza, che si intersecano con stretti vicoli di impianto medievale.

La visita al centro storico porta alla scoperta delle facciate affrescate di magnifici palazzi cinquecenteschi, sorti lungo lo storico percorso fra il Castello del Buonconsiglio e Piazza Duomo, percorso nel quale il Rinascimento si fonde con altri stili architettonici, che insieme ai resti dell'antica Tridentum romana raccontano la storia della città.

Fontana del Nettuno

La cattedrale intitolata a San Vigilio e l'antica residenza del vescovo -ora Museo Diocesano- delimitano a sud e ad est Piazza Duomo, abbellita dalla fontana barocca del Nettuno. 

Nel Duomo, si tennero le principali sedute del Concilio di Trento, l'evento storico più importante per la città: al suo interno il 4 dicembre 1563 furono promulgati i decreti della Controriforma.
 
Piazza Duomo



Itinerari di una giornata intera possono comprendere la visita al Ciclo dei mesi di Torre Aquila, a Palazzo Roccabruna, oppure ci si può immergere nella natura delle cime del Monte Bondone. La città e i dintorni offrono tante alternative adatte a tutti.






mercoledì 1 settembre 2010

BOLZANO

Piazza Walther
Nel centro storico del capoluogo altoatesino si respira un'atmosfera vivace.
Molti punti di interesse possono essere raggiunti facilmente a piedi.
La visita inizia in Piazza Walther, con al centro il monumento del menestrello Walther von der Vogelweide
Nei pressi della piazza si eleva la mole gotica del Duomo.

Il Duomo

Lo spirito mercantile della città si riflette nell'edificio della Pesa, in Via dei Portici, da oltre nove secoli la principale strada commerciale della città, nel Palazzo Mercantile sede dell'associazione Artigiani Artistici Atesini e in Piazza delle Erbe, dove si tiene il variopinto mercato di frutta e verdura.

Tra gli edifici di culto: la chiesa dei Domenicani, con il pregevole ciclo di affreschi trecenteschi della Cappella di San Giovanni e il Convento dei Francescani, fondato agli inizi del XIII secolo.

Per gli appassionati di preistoria è da non perdere la visita al Museo Archeologico dell'Alto Adige. Meta di migliaia di visitatori, conserva la celebre mummia dei ghiacci di 5000 anni fa e il suo intero equipaggiamento, mentre altre sezioni illustrano la storia del territorio dalla fine dell'ultima glaciazione (15.000 a.C. circa).
La città e i dintorni offrono questo e molto altro!




AI PIEDI DEL CORNO BIANCO

L'itinerario comprende la visita al Geoparc Bletterbach, uno dei siti dolomitici Patrimonio UNESCO dell'Umanità.
Il Corno Bianco
Il Centro Visitatori di Aldino illustra i processi di creazione degli strati rocciosi del Corno Bianco, dai porfidi permiani alla Dolomia del Serla.
Da lì un comodo sentiero ci porta alla scoperta della vita nel bosco, con affacci panoramici spettacolari e possibilità di sosta in una malga della zona. 
I gruppi di camminatori con calzature e abbigliamento adeguati per le escursioni in montagna possono richiedere di effettuare un'escursione nella forra del torrente Bletterbach.

Dal colore candido delle rocce della vetta del Corno Bianco prende il nome il Santuario di Pietralba (1520 m slm), tuttora meta di pellegrini che ogni anno vi giungono a piedi da tutto l'Alto Adige, ma anche dal pinetano e dalle valli dell'Avisio, e che dista pochi chilometri da Bletterbach. Il santuario può essere raggiunto in bus.
Il tragitto del tour può avere svolgimento ad anello, adattandolo al lugo di provenienza del gruppo.

MERANO, LA CITTA' GIARDINO

Merano

Nella cornice della conca del Burgraviato, un paesaggio costellato di castelli, residenze nobiliari, frutteti e vigneti, la città, protetta a nord dal Monte Benedetto e dalle alte cime del Gruppo di Tessa, gode di un clima particolarmente mite. La famosa località termale è ricca di verde e di piacevoli passeggiate per ogni stagione.
Il percorso di visita incomincia nei pressi del nuovo complesso delle terme. Lungo il torrente Passirio, fiancheggiato dagli edifici della Kurhaus, si raggiunge la Chiesa di Santo Spirito. Dal Ponte delle Poste si può proseguire lungo la Passeggiata d’Estate con la statua dell'imperatrice Sissi, ospite illustre della città, che vi giunse la prima volta nell'ottobre del 1870. Sulla sponda opposta si trova la Passeggiata d'Inverno. Da Porta Bolzano si accede al centro storico ricco di luoghi d'interesse: la parrocchiale di San Nicola, la cappella di Santa Barbara, il Castello Principesco e i portici, spina dorsale dell’antica città mercantile.
Se si ha l'intera giornata a disposizione si può visitare Castel Tirolo, il museo storico culturale della Provincia di Bolzano, l'avito maniero dei Conti di Tirolo che diede il nome all'intera regione.
A breve distanza da Merano si trovano i Giardini di Castel Trauttmannsdorff, un orto botanico con 80 paesaggi vegetali, che in uno spazio di 12 ettari portano dall'Alto Adige sino ai paesaggi esotici dell'America e dell'Asia. Al centro del variopinto scenario sorge Castel Trauttmannsdorff, dove soggiornò Sissi, e dove si trova oggi il Touriseum, con una mostra permanente dedicata all'ospite più illustre di Merano e spazi dedicati alla storia del turismo in Alto Adige.